I microtoni del chitarrista impossibile

David Fiuczynski, Planet MicroJam, Rare Noise Records

The other side. Qui siamo alle prese con una roba ostica. A partire dal nome del tizio: David Fiuczynski, per gli amici e non solo, d’ora in avanti semplicemente Fuze. Occhio agli strumenti: chitarre senza tasti e chitarre con i quarti (e i sesti!) di tono, lui; violino e tastiere microtonali e basso senza tasti, oltre che batteria, gli altri. Si capisce che Fuze, autodefinitosi il jazzista che non vuol suonare jazz, è fissato soprattutto con la sperimentazione sui microtoni: che può sembrare una cosa astrusa, ma è precisamente il punto di incontro tra il futuro della musica e le sue origini, l’avanguardia estrema e le più ancestrali tradizioni etniche – soprattutto del lontano oriente. Siete terrorizzati? Certo tutto quest’impianto teorico può sembrare scoraggiante, appunto ostico. Ma passando alla pratica… beh non è easy listening, però c’è molto rock, momenti blues e un’attitudine fusion: orecchiabile, addirittura. E non manca una bella iniezione di ritmo, complice anche il mito del drumming Jack DeJohnette. Per un allenamento che acquisti in fantasia, ma senza perdere il passo giusto.

(Articolo uscito sul numero di ottobre del mensile sportivo Correre)

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...